Teresa Morandini

Teresa Morandini inizia lo studio del flauto ad 11 anni nella scuola media ad indirizzo musicale e continua decisa lo studio flautistico al liceo classico musicale F. Petrarca di Arezzo sotto la guida di Cecilia Iodice. A 16 anni, inizia il suo percorso con Roberto Fabbriciani, flautista a livello internazionale riconosciuto come intrepido sperimentatore nella musica contemporanea, interprete preferito di compositori tra cui O. Messiaen, Donatoni, A. Clementi ed E. Morricone, nonché erede ufficiale di S. Gazzelloni; grazie al maestro Fabbriciani,  Teresa, sin da giovanissima, si muove  musicalmente verso un approccio più "contemporaneo" .  All'attivo giàuna prima assoluta col duo formato con Luca Tavanti (Live Electronics).

Frequenta attualmente il conservatorio di Modena sotto la guida del M° Gabriele Betti e del M°Michele Marasco.

 

Si distingue in questi anni in varie occasioni, come:

-I°flauto per l'orchestra giovanile di Bedford

-I°flauto nel concorso estra diretto dal M°Fabbriciani, solista col quartetto di Fiesole

-I°premio assoluto concorso città di Monte S. Savino

-III°premio al "Premio Crescendo" città di Firenze

-vincitrice della borsa di studio offerta dal Lion's club aretino

-vincitrice della borsa di studio offerta dal Livorno Musica Festival

-I°flauto dell'orchestra ReMuTo

-invitata alla rassegna internazionale Montecatinese, presentata come giovane talento aretino dal Rotary Club;

-presentata in concerto per la giornata della memoria dallo storico e musicologo specializzato in musica degenerata-nonchéex direttore dell'etichetta "Deutche Grammophon"- Massimo Acanfora Torrefranca

-vince il premio "al giovane artista" al festival di musica contemporanea di San Marino "new music project" dove viene

giudicata da nomi quali Nicholas Isherwood, Magnus Anderson e John Kenny. Con questa performance viene apprezzata in- particolare da Elliott Sharp (compositore Newyorkese) e da artisti italiani quali Mauro Sambo per il quale improvvisa su un- modulo da lui composto Francesco Lauretta ed Alessio de Girolamo

-chiude la residenza di "Made in Filandia" di Pieve a Presciano

-apre lo scorso Febbraio la stagione milanese DAVW (digital audio visual window, in collaborazione con radio arte) ed inizia in seguito una collaborazione in forma duo (flauto e LiveElectronics) con Luca Tavanti,  per il quale già i conservatori di Tehran e di Colonia hanno espresso interesse.

-prossimamente si esibirà nel 2019 col pittore Francesco Lauretta a Lucca, con musiche in prima assoluta di D. Dall'Osto, in un progetto completamente inedito.